Novità in cucina

giovedì 15 febbraio 2018

ZUPPA CREMOSA DI CAVOLO NERO


 Il verde brillante dei broccoli, il sapore deciso del cavolo nero, un mix di semi e via... facciamo il pieno di energia. Queste sono le caratteristiche dell'ottima zuppa che vi propongo oggi, proprio per depurarsi un pò, eliminare tossine, per rimanere in forma e fare scorta di energia.  Una ricettina adattissima per il  MEAT FREE CONTEST di gennaio e febbraio, con un tema molto interessante e utile  lacucina detox.


Nota della spesa
g, 200 di cavolo nero
g. 150 di piselli anche surgelati
g. 200 di rosette di broccoli
2 patate
1 ciplla
brodo vegetale                                                          
latte
olio evo
mix di semi di lino,canapa, chia
sale pepe

******************************************************************************************
Ho lavato e sciacquato bene gli ortaggi, ho tagliato a dadini le patate spezzettato le le foglie di cavolo nero. Ho tritato la cipolla e rosolata con 2 cucchiai di olio, quando si è inbiondita ho aggiunto gli ortaggi li ho lasciati insaporire mescolando bene, ho coperto di brodo vegetale e iniziato a cuocere. Dopo circa 10 minuti ho aggiunto i piselli e continuato la cottura con il copoerchio scostato per cifrca 30 minuti. Ho regolato di sale e pepe, poi ho distribuito la zuppa nei piatti cospargendoli dei mix di semi e poco latte tiepido. 
                                                            Siate sempre lieti.
                                                                 Nonna Dani 
Con questa ricetta partecipo al contest Meat Free contest di gennaio e febbraio ospitato da Lisa nel suo blog Rosso Melograno

domenica 11 febbraio 2018

FIORI DI CREPES AL RADICCHIO IN CREMA DI PORRI


E' stato molto gradito il mio piccolo bouquet di fiori. Dal gusto delicato è un'ottima alternativa per un primo piatto leggero con ingredienti di stagione come amo preparare, senza stravolgere troppo la mia spesa con prodotti ricercati provenienti da altri paesi, casomai poco controllati. Con un'occhio attento allo "scontrino" la spesa per questa ricetta è abbastanza contenuta e il risultato è ottimo.
Nota della spesa
g. 100 di farina
g. 250 di ricotta fresca
g. 250 di radicchio di Treviso 
1 uovo
2 dl di latte parzialmente scremato
1 porro
1 patata
1 cipolla
brodo vegetale
olio extra vergine
sale, pepe
*****************************************************************************************
Incorporare il latte alla farina mescolare bene per evitare i grumi, unire l'uovo sbattuto, un pizzico di sale. Coprire e lasciare riposare in frigo per circa 1/2 ora. Spennellare un padellino con un velo d'olio, versare due cucchiai di pastella e fatela rosolare da entrambe le parti per 1 minuto.
In una padella  rosolare in due cucchiai di olio la cipolla tritata, poi unire il radicchio lavato e tagliato finemente, fare insaporire e cuocere per circa 15 minuti aggiungendo poco brodo vegetale per evitare che si asciughi. Lasciare raffreddare poi aggiungere la ricotta, regolare di sale e pepe.
Intanto preparare la crema di porri cuocendo il porro e la patata tagliati a pezzetti in acqua bollente leggermente salata per circa 10/15 minuti, poi sgocciolarli e frullarli con poco brodo per ottenere una crema morbida.
Spalmare le crepes con la crema di radicchio, arrotolarle a spirale formando un fiore, poi disponetele in stampini di alluminio usa e getta leggermente unti d'olio. Fare gratinare in forno caldo a 170° per circa 15 minuti.
Versare nei piatti alcuni cucchiai di crema ai porri calda e adagiare i fuori di crepes e servire. 
                                                         Siate sempre lieti.
                                                               Nonna Dani

mercoledì 7 febbraio 2018

PENNE ALLA VODKA E PEPERONCINO

Volete preparare velocemente un'ottimo piatto? Sicuramente si. Allora provate a cucinare le penne così come le preparo io quando vado di fretta ed entro in cucina senza idee.....e una fame che non vi dico.....
Nota della spesa
G. 150 di penne
g. 200 di passata di pomodoro
1/2 cipolla
 zucchero
3/4 cucchiai di panna liquida
alcuni cucchiai di olio evo
 1/2 bicchierino di vodka 
peperoncino 
prezzemolo tritato
sale, pepe
***************************************************************************************************
In una padella fare appassire a fiamma bassa la cipolla con alcuni cucchiai di olio, aggiungere la passata di pomodoro un pizzico di zucchero, sale e peperoncino a piacere. Coprire con un coperchio e lasciare addensare e insaporire il sugo per 10/15 minuti. Aggiungere la panna e sempre a fuoco basso lasciare cuocere, basteranno pochi minuti. Nel frattempo cuocere la pasta, quando sarà cotta al dente scolare e passare in padella. Irrorare con la vodka, mescolare e lasciare insaporire per 1 minuto. Spolverizzare di prezzemolo e servire.
                                                                Siate sempre lieti.
                                                                     Nonna Dani

giovedì 1 febbraio 2018

BOCCONCINI DI VITELLO ALLA CURCUMA

 Decisamente particolare e profumati i bocconcini di vitello alla curcuma! Ebbene sì ho scoperto la curcuma  e mi ha conquistato. Questa meravigliosa pianta ha un'azione depurativa per il benessere del nostro corpo, agendo positivamente sul fegato, le vie biliari ed ottimo fluidificante del sangue. Pare abbia anche ottime proprietà antitumorali, e un'azione antinfiammatoria e analgesica per dolori articolari. Inoltre contrasta l'azione dei radicali liberi. Se usata con criterio, senza abusarne, può veramente essere un'ottima alleata.

Nota della spesa
g. 400 di carne di vitello a pezzetti
1/2 bicchiere di birra
1/2 cipolla  dolce
2 cucchiai di curcuma
3 cucchiai di farina
alloro 
olio evo
sale, pepe
****************************************************************************************
Unire la farina e la curcuma ed infarinare bene i bocconcini, in una padella soffriggere leggermente la cipolla tagliata sottile nell'olio, unire i bocconcini la foglia di alloro. Quando la carne sarà rosolata da ambo le parti bagnare con la birra e lasciare evaporare.
 Cuocere per 1 ora aggiungendo brodo vegetale infine correggere con il sale e il pepe.
                                                             Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani


venerdì 26 gennaio 2018

CREMA DI FINOCCHI E PORRI ALLA CURCUMA

 Decisamente delicata, depurativa e profumata questa crema. Consideratela un vero toccasana ricca di sali minerai e vitamine, preparata solo con verdure di stagione e con una spolverata di curcuma ottima spezia antiossidante. E' facile e veloce da preparare, provatela sarà una preziosissima alleata per la vostra salute.
Nota della spesa
1 porro 
1 finocchio
1 foglia di alloro
1 rametto di finocchietto
1 l. brodo vegetale
curcuma
olio evo
sale
*******************************************************************************************
Pulire il porro affettarlo sottilmente e farlo appassire in 2 cucchiai di olio, la foglia di alloro per 2 o 3
minuti aggiungendo anche 2 cucchiai di brodo per evitare che si asciughi.. A parte pulire il finocchio e affettarlo a listarelle e aggiungeteli al porro ormai appassito nell'olio.
 Versate il brodo e fate cuocere per circa 30 minuti. Spegnere e lasciate riposare. Frullare la crema con il mixer a immersione, passatela al setaccio regolate di sale poi riportate a ebollizione per circa 1 minuto. Servite calda con un filo d'olio e decorare con la curcuma e foglie di finocchietto.
                                                              Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani

venerdì 19 gennaio 2018

MAFALDE CON FUNGHI E SPECK

 Ottimo piatto semplice e gustoso. Ho comprato una confezione di funghi champignon con l'intenzione di preparare un contorno da accompagnare ad un secondo di carne, poi come spesso mi succede apro il frigo, vedo la piccola confezione di speck ormai in scadenza, che chiede aiuto.... e la lampadina si accende....cerco in dispensa le mafalde corte appena comprate e voilà in pochissimo tempo preparo questo primo veramente d'effetto (merito delle mafalde) e gustoso.
Nota della spesa
g. 250 funghi champignon
g. 100 di speck tagliato a listarelle
alcuni cucchiai di olio evo
1 spicchio d'aglio
 una manciata di prezzemolo tritato
3/4 cucchiai di conserva di pomodoro
 parm.reggiano
brodo vegetale q.b.
sale, pepe
*********************************************************************************************
In un padellino antiaderente rosolare con 1/2 aglio lo speck. A parte soffriggere con due cucchiai di olio l'altra metà dell'aglio con il prezzemolo tritato, aggiungere i funghi tagliati sottili e lasciare cuocere per circa 15 minuti, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di brodo vegetale. Infine aggiungere ai funghi lo speck lasciare insaporire per alcuni minuti.
 Scolare la pasta e farla saltare in padella con il sugo ottenuto, spolverare di prezzemolo e servire con parm.reggiano grattugiato.
                                                               Siate sempre lieti.
                                                                     Nonna dani
  

domenica 14 gennaio 2018

GNOCCHI ALLA ROMANA per QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Nel primo appuntamento del nuovo anno con le cucine aperte di "Quanti modi di fare e rifare" la cuochina ci invita a preparare un piatto tradizionale della cucina Italiana: gli gnocchi alla romana tipici della regione Lazio, romana in particolare, che trae origine dalla cucina contadina con ingredienti poveri come il semolino, ricavato dalla macinazione del frumento, il latte, il burro ecc. L'uso del burro può far pensare alla tradizione piemontese, essendo questo un condimento tipico della cucina subalpine e la presenza del Parm. Reggiano sempre in uso al nord, potrebbe essere motivo di discussione e creare  qualche perplessità sulla vera origine di questo piatto, ma a togliere ogni dubbio è stato il grande Pellegrino Artusi che nella prima edizione del suo libro "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" del 1891, li annovera fra i 7 piatti dichiarati romani, quindi romani al 100%. Ho preparato i mie gnocchi  con due condimenti, con besciamella-emmental e pancetta affumicata.
                                                    l'altro con burro e parm-reggiano                              
Nota della spesa
g. 250 di semolino di mais   g.  40 di burro
g. 40 di parm.reggiano                                        
1 e 1/2 latte fresco
2 tuorli
2 cucchiai di farina (per la besciamella)
noce moscata 
g. 50 di pancetta affumicata a dadini
g. 50 di emmental tagliato a dadini
******************************************************************************************
Preparare una besciamella leggera con il restante latte 2 cucchiai di farina e il sale.
Rosolare in un padellino la pancetta affumicata con alcune figlie di alloro.
 In una pentola ho versato il latte (1lt) e il sale, non appena inizia a bollire ho aggiunto a pioggia il semolino, ho mescolato energicamente con la frusta finchè si è formata una polentina senza grumi; quando si staccherà dai bordi della pentola togliere dal fuoco aggiungere i tuorli, amalgamare bene, unire anche il parm.reggiano, la noce moscata.
 Su un piano di lavoro o su un tagliere e aiutandosi con la carta forno stendere il composto fino ad uno spessore di circa 1,5 cm. Con un coppa-pasta o un bicchiere tagliare i dischetti di circa 5 cm.. Disporre gli gnocchi in una teglia imburrata leggermente sovrapposti.
 Versare  la besciamella (preparata con g. 500 di latte+ 2 cucchiai di farina, sale) l'emmental a dadini e la pancetta rosolata. Cuocere in forno caldo 200° gradi per circa 20 minuti.
                                              Ottime entrambe le versioni!!
Ringrazio la cuochina, Anna&Ornella e tutte voi che avete preparato questo ottimo primo, tradizionalissimo della cucina Italiana insieme a me.
                                                             Siate sempre lieti.
                                                                  Nonna Dani